E SE L'ACQUIRENTE TI FOSSE ANTIPATICO?

E SE L'ACQUIRENTE TI FOSSE ANTIPATICO?

Articolo pubblicato il 20/04/2021 da Giuseppe Di Massa

Tra le ragioni per cui si decide di affidare la vendita del proprio immobile ad una agenzia si pensa raramente alla gestione delle difficoltà nei rapporti personali con il futuro acquirente.

Eppure nell'operatività quotidiana ci rendiamo conto che spesso, senza la presenza del mediatore, le parti non avrebbero mai conluso il contratto per palese incompatibilità caratteriale.

Avete idea di quante persone insopportabili ci siano?

Immaginate di dovervi rassegnare a vendere proprio a qualcuno che non sopportate l'immobile a cui tenete tanto. Una parola di troppo, una espressione sbagliata, una telefonata intempestiva e tutto sfumerebbe.

Talvolta basta un ritardo ad un appuntamento per scatenare reazioni irritate che, inevitambilmente, peserebbero sulle possibilità di conlcudere la vendita. L'armonia nei rapporti, infatti, è essenziale per concludere accordi tanto delicati.

Oltre tutto l'aspetto emotivo è preponderante nelle compravendite immobiliari, da entrambe le parti, perchè in gioco non ci sono solo 4 mura, ma anni di vita (passata o futura), i propri sudati risparmi e spesso la realizzazione o meno di un sogno.

Per questo un mediatore immobiliare, che affronti professionalmente tutti i passaggi della trattativa, diventa essenziale anche perevitare che le parti si incontrino nei momenti più "caldi" della trattativa.



Torna agli articoli

-© NEXT Immobiliare