I MIEI DIRITTI CON L'AGENZIA

I MIEI DIRITTI CON L'AGENZIA

Articolo pubblicato il 15/09/2021 da Giuseppe Di Massa

Premessa: vendere casa privatamente è un atto di fede, verso la buona sorte o verso le proprie conoscenze, spesso fraintese. E' pericoloso e francamente evitabile.

Allora affidandosi ad una agenzia dobbiamo conoscere quali sono i nostri diritti ma anche i nostri doveri, scoprire in grande sintesi cosa dobbiamo sapere da venditori ma anche da acquirenti

Purtroppo spesso i clienti, inesperti nel settore, pensano che alcuni propri diritti siano in realtà delle cortesie da chiedere all'agente immobiliare che possa, pertanto, decidere se concederle o negarle.

Va detto che esiste anche l'equivoco contrario, a volte il cliente crede che tutto sia dovuto, ma per fortuna sono una minoranza di casi

DA VENDITORI: ricordiamoci che l'agenzia farà sempre una valutazione dell'immobile ma ne esistono almeno di due tipi, quella corretta, basata su elementi oggettivi e sulla propria esperienza e che ha come scopo informare il proprietario su quanto ricaverà dalla vendita e quella lusinghiera, di solito troppo alta che però ha il potere di addolcire anche le menti più razionali che finiranno per incaricare questa agenzia più "simpatica".

Ecco, il primo diritto che avete è ricevere una valutazione in buona fede, ma anche il dovere di mantenere un atteggiamento razionale

L'agenzia chiederà la documentazione dell'immobile, è vostro dovere fornirla, così come lo è informare l'agenzia di qualsiasi cosa, anche se fosse negativa. In quella fase l'agenzia è come un medico se non addirittura un confessore.

Avete il diritto a ricevere informazioni sull'agenzia e potete anche chiedere che vi sia illustrato il piano pubblicitario, per decidere a chi affidarsi anche valutando questo parametro.

Durante la vendita avete diritto ad essere puntualmente aggiornati sull'andamento della vendita stessa.

Ricordate anche che se avete firmato l'incarico a casa vostra o comunque in un luogo diverso dall'agenzia, potrete godere del diritto di recesso, in conformità alle normative a tutela dei consumatori.

DA ACQUIRENTI: siete nella posizione debole del contratto, perchè l'agenzia l'ha scelta chi vende e perchè sarete voi ad affidare delle somme di denaro al venditore (ad esempio la caparra) e pertanto a rischiare di più se qualcosa andasse storto, quindi anche se contratti e codice civile sono dalla vostra parte, meglio prevenire.

Avete ad esempio diritto a visionare o anche a trattenere (se non vietato dalle normative sulla privacy) i documenti dell'immobile, quelli basic come la visura ed una planimetria catastale ma anche quelli pù dettagliati come l'atto di provenienza e il contenuto di eventuali pratiche tecniche.

Una buona agenzia avrà sicuramente tutto in ufficio, compresi i documenti condominiali che però per privacy non possono essere lasciati a potenziali acquirenti, ma solo visionati in agenzia.

L'agenzia deve in oltre fornirvi tutte le informazioni note, o scopribili con normali verifiche, affinchè possiate valutare nel modo più completo la convenienza e la sicurezza di un acquisto.

Diffidate di agenzia prive della documentazione dell'immobile, sarebbe come imbattersi in un avvocato senza codice civile, o un medico che vi curi senza avervi visitati.



Torna agli articoli

-© NEXT Immobiliare